azione canna da pesca cosa sapere

L’azione di una canna da pesca non sarà più un mistero dopo aver letto questa guida completa sull’argomento. Leggi fino alla fine per scoprire tutte le tipologie e le curiosità.

Se hai mai avuto dubbi o curiosità riguardo a come la scelta dell’azione influenzi la tua esperienza di pesca, sei nel posto giusto. In questa guida esaustiva, ti condurrò attraverso i meandri delle azioni delle canne da pesca, spiegandoti non solo cosa sono, ma anche come impattano su ferrate, lanci e catture.

Scoprirai come la scelta dell’azione influisca sulla tua capacità di percepire le mangiate, sul controllo durante il combattimento con il pesce e sulla performance complessiva della tua canna. Percorreremo insieme le diverse azioni, dalla slow all’extra fast, esplorando quando e come utilizzarle al meglio per massimizzare le tue possibilità di successo.

Continua a leggere.

SOMMARIO

scegliere canna da pesca su gema pesca e sport

Cosa si intende per azione di una canna da pesca?

L’azione di una canna da pesca rappresenta un aspetto cruciale nella scelta dell’attrezzatura, delineando il modo in cui la canna si flette sotto sforzo e come ritorna alla sua posizione originale.

Si distinguono principalmente due estremi, ovvero le canne ad azione:

  1. veloce, che si piegano maggiormente verso la punta;
  2. lenta, che disegnano una curva più uniforme dalla punta al tallone.

Tuttavia, esistono numerose azioni intermedie tra questi due estremi, offrendo una vasta gamma di scelte per i pescatori.

L’azione di una canna è inoltre influenzata da diversi fattori chiave, come il materiale di costruzione (fibra di vetro o carbonio) e la struttura (lunghezza, sezioni, anellatura). Ad esempio, le canne in carbonio tendono ad avere un’azione più veloce, mentre quelle in fibra di vetro offrono maggiore flessibilità. Questa caratteristica è essenziale poiché impatta sulla ferrata, sulla sensibilità e sulla gestione del combattimento.

Le definizioni di azione, come Slow, Medium, Fast e Extra Fast, forniscono un quadro generale della flessibilità della canna. Nelle canne da carpfishing o per insidiare il tonno, l’azione può essere espressa anche in libbre (Test Curve). Importante però sottolineare che l’azione non è da confondere con la potenza di lancio o il peso ottimale di lancio, poiché sono concetti distinti.

Esistono poi ulteriori sfumature nella categorizzazione delle azioni, come azione di punta, parabolica, progressiva, e semiparabolica. Ad esempio, un’azione di punta è preferibile per prede medio-piccole e situazioni di pesca veloce, mentre un’azione parabolica è ideale per pesci più grandi, offrendo elasticità che stancherà la preda gradualmente.

LEGGI ANCHE: Scegliere la canna da pesca: la guida completa

Tipi di azione nelle canne da pesca

Cinque azioni di base si distinguono per fornire una panoramica chiara delle caratteristiche di flessibilità:

  1. Azione EXTRA FAST: la canna si flette principalmente in punta, indicata per chi cerca forza nella ferrata e controllo nella cattura di grosse prede. Eccelle nel jigging, offrendo altissima sensibilità sull’azione dell’esca, anche se richiede spesso esche pesanti per un lancio performante
  2. Azione FAST: la canna si flette tra 1/3 e 1/4 dalla punta. Adatta a molteplici pescate, offre forza e sensibilità. Nel lancio richiede un attento controllo per evitare errori nelle ferrate, e anch’essa predilige esche più pesanti per un carico sufficiente.
  3. Azione MEDIUM FAST: la canna si flette oltre 1/3 dalla punta, offrendo un ottimo equilibrio tra controllo, sensibilità e prestazioni di lancio. Ideale per coprire varie prede e situazioni, spesso utilizzata nelle canne Bolognese o da spinning
  4. Azione MEDIUM: la canna si flette a metà della lunghezza, garantendo un compromesso ottimale per insidiare pesci di piccola e media taglia con buon controllo nella ferrata e prestazioni di lancio di alto livello. Comune nelle canne Bolognese e da spinning
  5. Azione SLOW: la canna si flette più verso il manico lungo tutta la lunghezza, perfetta per piccole prede, fili sottili o tecniche specifiche. Indicata per catture delicate come per le seppie e i calamari

La scelta dell’azione dipende da vari fattori, tra cui preferenze personali, stile di pesca, spot, e tipo di prede. Le canne più morbide (SLOW) perdonano errori nelle ferrate e riducono la possibilità di perdita di esche, mentre quelle più rigide (FAST e EXTRA FAST) offrono sensibilità superiore.

Trovare l’azione giusta rappresenta la chiave per un’esperienza di pesca ottimale, considerando sempre la specificità di ogni categoria e lunghezza della canna.

LEGGI ANCHE: Come si pesca a spinning: tutto quello che devi sapere

azioni di una canna da pesca

Quale azione scegliere nelle canne da spinning?

La scelta dell’azione nella tua canna da spinning è cruciale e strettamente legata al tipo di ambiente in cui ti trovi a pescare.

Se stai pescando in un tratto di fiume o torrente con corrente sostenuta, optare per una canna lenta o medio lenta potrebbe rivelarsi controproducente. In questi casi, la corrente potrebbe far flettere e ritardare la tua canna ad azione lenta, compromettendo il tempismo della ferrata e dando al pesce la possibilità di riconoscere il tranello e sputare l’esca.

La scelta ideale per ambienti con corrente è dunque una canna da spinning con azione fast o, meglio ancora, medium-fast. Queste canne offrono maggiore reattività, consentendo ferrate più immediate e efficaci, cruciali quando la corrente è un fattore sfidante.

Un altro elemento fondamentale da considerare è la presenza di nascondigli. Se il tuo spot di pesca è ricco di ostacoli come alberi sommersi, rocce o fosse, una canna lenta può rivelarsi controproducente. In tali situazioni, un predatore, una volta allamato, cercherà immediatamente di rifugiarsi sotto gli ostacoli.

Qui entra in gioco una canna ad azione più rapida, come medium-fast. Queste canne consentono di controllare meglio il pesce e reagire con prontezza quando cerca di nascondersi al di sotto di strutture sommerse. Al contrario, in aree senza molti ostacoli, dove la mobilità del pesce non è compromessa da nascondigli, una canna slow può essere una scelta appropriata, offrendo maggiore “tempo utile” al pesce senza mettere a rischio la cattura.

Ti è servito questo articolo?

Continua a seguire il blog di GEMA Pesca e Sport per restare sempre aggiornato sulle tecniche di pesca e i migliori prodotti in esclusiva per te.