come scegliere la canna da pesca

Scegliere la canna da pesca giusta è una decisione cruciale. Le molteplici opzioni disponibili possono rendere questo compito apparentemente arduo. Con una guida accurata e informazioni approfondite, però, è possibile navigare attraverso le varie tipologie di canne e trovare quella perfetta per le tue esigenze.

Esploriamo insieme i fattori chiave, da materiali e lunghezze a tipi specifici di canne, per assicurarti di fare la scelta più informata e goderti ogni momento trascorso all’aria aperta. Scegliere la canna da pesca ideale diventa così un passo avvincente verso avventure di pesca indimenticabili.

Prosegui nella lettura

SOMMARIO

4 fattori principali per scegliere la canna da pesca

Se stai valutando l’acquisto di una nuova canna da pesca, è cruciale considerare attentamente quattro fattori principali che influenzeranno significativamente la tua esperienza di acquisto:

  • Tipo di pesca: la scelta del tipo di pesca determina il successo della tua attività. Ad esempio, se vuoi catturare pesci in mare, opta per una canna robusta, in grado di resistere alla salsedine. D’altra parte, se stai pianificando un’escursione in un lago o fiume, una canna più leggera e flessibile potrebbe essere più appropriata per insidiare piccole prede
  • Materiali: i materiali di costruzione della canna giocano un ruolo critico nelle prestazioni. La fibra di vetro offre resistenza e durabilità, ma può risultare più pesante. La fibra di carbonio, al contrario, è leggera e sensibile, ma potrebbe comportare un costo maggiore. Il bambù, infine, offre un tocco classico e una flessibilità unica, ma richiede una manutenzione più accurata
  • Lunghezza e potenza: Una canna più lunga è ideale per lanci a lunga distanza, mentre una più corta offre maggiore precisione. La potenza, invece, è cruciale per resistere al peso delle prede. Inoltre, le canne più potenti sono adatte a pesci più grandi, mentre quelle meno potenti sono ideali per specie più piccole
  • Azione: l’azione di una canna riflette la sua flessibilità sotto pressione. Le canne ad azione veloce, piegandosi vicino alla punta, sono ideali per lanci di lunga distanza. Al contrario, quelle ad azione lenta si piegano lungo tutto il fusto, offrendo una maggiore flessibilità e sensibilità al tocco del pesce

Assimila questi quattro fattori prima di andare avanti e scoprire quante tipologie di canne da pesca puoi trovare sul mercato.

LEGGI ANCHE: Le migliori canne da pesca in carbonio

Tipi di canna da pesca

Prima di esplorare l’ampia gamma di canne da pesca disponibili, è essenziale fare una distinzione preliminare tra canne progettate per l’uso da terra e quelle pensate per l’utilizzo su una barca. Questa distinzione, sebbene talvolta sottile, può influenzare significativamente la tua scelta. Prima di focalizzarti sulla specifica modalità di pesca, quindi, considera se sarai a bordo di una barca per attività come bolentino o traina, o se pescherai dalla riva, impegnandoti in pratiche come il surfcasting o il rock fishing.

Infine, fai una distinzione tra canne da pesca d’acqua dolce e in mare. Mentre la rigidità della canna da mare può essere più affidabile per prede più grandi, la scelta dipende principalmente dalla preda, dalla tecnica e dal trattamento anti-corrosione, piuttosto che dalla posizione o dal tipo d’acqua in sé.

A questo punto vediamo come scegliere la canna da pesca in base alla tecnica adottata.

scegliere canna da pesca su gema pesca e sport

Canne per Bolognese

Questa variante telescopica, con anelli, è ideale per la pesca in acque interne come fiumi e laghi. Caratterizzata da una struttura leggera e sottile, offre una resistenza sorprendente nonostante la sua apparenza delicata. Con lunghezze variabili da 4 a 8 metri, consente lanci fino a 20 metri, grazie alla sua curvatura accentuata, garantendo una rapida stanchezza delle prede.

Canne da pesca da traina

Questo modello specializzato è progettato esclusivamente per la pesca da traina. Con un fusto robusto, diviso in due sezioni, offre un’impugnatura e porta-mulinello su una parte e anelli e carrucole sull’altra. Queste canne sono compatibili solo con questa tecnica di pesca e non sono adatte per lanci a causa del loro diametro e peso.

Canna teleregolabile

Utilizzata lungo fiumi e torrenti, questa variante, simile alla Bolognese, presenta un fusto più rigido e raggiunge lunghezze fino a 10 metri. La possibilità di regolare rapidamente la sua estensione la rende ideale per la pesca a bolentino.

Canne da pesca all’inglese

Perfette per giornate ventose, queste canne in tre sezioni, con impugnatura in sughero, sono riconoscibili per la quantità di anelli. La terza sezione varia secondo le esigenze del pescatore, offrendo un modello adatto al lancio e al combattimento.

Canne da pesca Roubasienne

Originaria della Francia, questa canna, utilizzata soprattutto lungo fiumi e in carpodromi, può raggiungere lunghezze fino a 15 metri. Senza mulinello, è dotata di un elastico ammortizzatore che conferisce una marcata azione di punta.

Canne da spinning

Questa categoria include modelli diversi, telescopici o a innesti, adatti a diversi ambienti di pesca. La scelta dipende dalle prede e dagli artificiali utilizzati, influenzando l’azione della canna.

Canne per surfcasting

Robuste, telescopiche o a innesti, con lunghezze da 3,80 a 5 metri, offrono lanci più lunghi e precisi. Le versioni di alta qualità possono gestire pesi superiori a 150 grammi.

Canne da beach ledgering

Simili alle canne da surfcasting, sono progettate per pesi inferiori a 100 grammi, adatte a situazioni specifiche.

Canne da pesca fisse

Le più semplici, con fusto flessibile e un solo anello, sono ideali per la pesca al tocco lungo torrenti e per prede di dimensioni ridotte.

Com’è fatta una canna da pesca?

Quando si osserva attentamente una canna da pesca, si può notare che è composta da diverse parti, ognuna con una funzione specifica. Queste lavorano insieme per offrire prestazioni ottimali durante la pesca:

  • Piede: è la parte iniziale della canna, dove viene mantenuta e montata la placca porta mulinello. Il piede ha uno spessore maggiore rispetto alle altre sezioni, fornendo stabilità e supporto alla canna
  • Corpo: la parte centrale della canna, caratterizzata da uno spessore intermedio. Contribuisce alla struttura complessiva della canna e alla sua resistenza
  • Cimino: è la parte finale della canna, più sottile ma sottoposta a maggiori sollecitazioni. Il cimino permette di attutire e catturare le strattonate del pesce, offrendo una risposta sensibile alle azioni del predatore.

Quali sono le caratteristiche fisiche di una canna per pescare?

Ogni canna nasce con specifiche caratteristiche fisiche che ne determinano le prestazioni:

  • Rigidità: influisce sulla velocità e decisa ferrata, ma una maggiore rigidità può compromettere la capacità di ammortizzare le sollecitazioni, aumentando il rischio di danneggiare l’attrezzo
  • Elasticità: favorisce il lancio, soprattutto per raggiungere lunghe distanze
  • Sensibilità: permette di individuare la mangiata del pesce, consentendo una ferrata precisa. Tuttavia, una canna sensibile può reagire ai movimenti causati dalle onde
  • Bilanciamento: una canna ben bilanciata è fondamentale per un’azione di pesca fluida ed efficiente. Il bilanciamento si ottiene accoppiando il mulinello giusto alla lunghezza e al peso della canna
  • Lunghezza: la scelta della lunghezza dipende dalla distanza che si intende raggiungere. In generale, all’aumentare delle distanze, diminuirà la lunghezza della canna, ma ci sono eccezioni basate su vari fattori, come la tecnica di lancio, l’ambiente di pesca e il tipo di pesca
  • Anelli: gli anelli sono guide per la lenza e influiscono sulla qualità del monofilo utilizzato. Le canne da lancio hanno anelli che migliorano le caratteristiche di lancio e precisione. La scelta degli anelli dipende anche dalla tipologia di preda che si vuole insidiare, con anelli progettati per gestire sollecitazioni più intense

Comprendere la composizione di una canna da pesca è essenziale per selezionare l’attrezzatura adatta alle proprie esigenze e massimizzare l’esperienza di pesca.

Ti è stato utile questo articolo?

Continua a seguire il blog di GEMA Pesca e Sport per restare sempre aggiornato sulle tecniche di pesca e i migliori prodotti in esclusiva per te.