Come si pesca all orata. Tecniche e attrezzature

La pesca all’orata è una disciplina molto praticata nel Mar Mediterraneo. Però, pescare questo pesce molto sospettoso può risultare un’impresa ardua ed è per questo che soltanto i pescatori più tenaci e caparbi, alla fine, hanno la migliore.

Ma quali sono le caratteristiche di questo pesce?

L’orata appartiene alla famiglia degli sparidi. Il suo corpo è ovale e allungato, con labbra carnose e denti aguzzi, ideali per sminuzzare crostacei, carapaci e altri molluschi di cui si ciba. Il nome “orata” deriva da una piccola fascia dorata che passa tra i due occhi e che è molto più evidente nei pesci adulti.

In questo articolo vedremo dove possiamo insidiare le orate, quali sono le tecniche di pesca più usate. Infine, ti diremo quali sono le migliori canne da pesca per allamare questo pesce osseo.

Continua a leggere.

Pesca all’orata: dove trovare la regina dei mesi freddi

Lo Sparus Auratus o Aurata si trova in tutto il Mediterraneo e, in particolare, a nord e a ovest del nostro mare. Lo possiamo trovare anche nell’Atlantico orientale, a Capo Verde e perfino a sud delle Isole Britanniche. Il suo habitat naturale è il sotto costa, a una profondità massima di circa 30 metri.

Le orate si aggirano tra i fondali sabbiosi, dove si alimentano spazzolando il fondo, alla ricerca di piccoli granchi, cannolicchi e vermi. Inoltre, si trovano anche sui fondali posidonia o rocciosi, dove si alimentano di molluschi e di qualche piccolo cefalopode. Ecco perché possiamo trovare questi sparidi non molto distanti dalla riva, mentre grufolano i fondali, alla ricerca di cibo.

In generale, ecco dove puoi praticare la pesca delle orate:

  • dagli scogli e dai manufatti;
  • all’interno del porto;
  • a foce.

Ogni spot richiede tecniche e attrezzature differenti. Ma prima di approfondire questi aspetti, vediamo insieme qual è il momento migliore per insidiare le orate.

Qual è il periodo migliore per la pesca dell’orata?

Per capire come pescare le orate abbiamo bisogno di individuare le caratteristiche e le abitudini di quella che viene definita “la regina dei mesi freddi”. Infatti, l’affluenza di questo pesce osseo avviene maggiormente nei mesi di novembre e dicembre, cioè durante il periodo della riproduzione.

Tuttavia, è preferibile insidiare lo sparide in primavera-autunno. Durante la bella stagione, infatti, troverete le orate più grosse. Inoltre, non danneggerete la specie che si è già riprodotta d’inverno.

Per quanto riguarda le ore della giornata, è possibile catturare le orate:

  1. All’alba e al tramonto;
  2. Nelle ore centrali della giornata.

Spot e periodo influenzano la scelta della tecnica da adottare per pescare le orate. Tuttavia, possiamo insidiarle in modo indistinto sia con tecniche da superficie che con tecniche da fondo.

Vuoi sapere come si pesca all’orata dalla spiaggia? Continua a leggere per scoprirlo.

Pesca dell’orata da riva: quali tecniche usare?

Le tecniche di pesca per catturare le orate sono molteplici, tra cui ricordiamo:

  • Pesca a bolognese: ideale quando vogliamo allamare l’orata lungo le scogliere, a riva. In questo caso, possiamo adottare una montatura standard con galleggiante e fluorocarbon;
  • Pesca surf casting: prevede piombature pesanti e attrezzature più resistenti e spesse per resistere a lanci molto lunghi;
  • Beach Ledgering: si pratica con mare calmo e consiste nell’uso di canne telescopiche e piombi fino a 100 grammi;
  • Pesca all’inglese: ideale sulle spiagge con fondali sabbiosi o misti, da praticare con galleggiante, bigattini e pastura;
  • Feeder Fishing: con mare piatto o poco mosso, questa tecnica è perfetta dalla riva. Grazie all’ausilio di pasture a base di sfarinati di sarda;

Nel prossimo paragrafo approfondiremo la tecnica della pesca all’orata a fondo.

Come si pesca l’orata a fondo?

Tra le tecniche di pesca più impiegate per catturare l’orata troviamo la pesca a fondo (PAF). Per pesca a fondo si intende tutte quelle tecniche che consistono nel presentare l’esca sul fondo, nel tentativo di catturare pesci grufolatori.

La PAF per le orate richiede alcuni accorgimenti essenziali:

  1. Presentare l’esca nel modo più naturale possibile;
  2. Utilizzare un piombo scorrevole, perché l’orata non si insospettisca;
  3. Impiegare diversi tipi di esche, dai vermi alle cozze;
  4. Quando abbocca, è consigliato lasciar andare il monofilo prima di ferrare l’orata.

Sai che ogni tecnica vuole la sua attrezzatura? Continua a leggere per scoprire quali sono le migliori canne per pescare gli sparidi.

Le migliori canne per la pesca delle orate

Pescare le orate è un’impresa che può rivelarsi ardua, proprio perché questo tipo di pesce è sospettoso e diffidente. Inoltre, ha anche un asso nella manica: mantiene l’esca tra le labbra carnose prima di buttarla giù. Ciò gli permette di capire se si è imbattuto in un tranello.

Dato che bazzica differenti altezze negli strati d’acqua possiamo insidiare l’orata con diverse tecniche e con l’ausilio di attrezzature specifiche.

Vediamo insieme quali sono le canne migliori per la pesca all’orata che puoi trovare su GEMA Pesca e Sport:

Colmic Amante Mormora

Canna Colmic Amante è una canna telescopica da beach ledgering ideale per pescare le orate dalla scogliera. Maneggevole, sottile e molto sensibile, questo strumento è perfetto per avvertire le tocche più timide. Inoltre, data la sua facilità d’uso, è perfetta per chi vuole iniziare a praticare questa tecnica e ottenere risultati soddisfacenti.

Canna Bolognese Trabucco Hydrus Bls Twin Force

Hydrus Nls Twin Force è la canna bolognese firmata Trabucco, ideale per catturare gli sparidi con il galleggiante. La sua azione di punta la rende ottimale non solo per la pesca in seawater, ma anche per la pesca in acqua dolce. Realizzata con i migliori materiali, questa canna Trabucco resiste alla corrosione degli agenti atmosferici e all’usura.

Canna Tele Match Colmic Salex

Tele Match Colmic Salex è una canna da pesca perfetta per catturare le orate all’inglese, grazie all’ausilio del pasturatore. Puoi utilizzarla in barca o con la pesca a fondo, grazie alla sua eccezionale versatilità e alla sua potenza. L’azione rigida unitamente alla sua sensibilità, rendono questa canna davvero stupefacente.

Modello Selektor Xs Supreme Feeder

Selektor Xs Supreme Feeder è la canna firmata Trabucco da impiegare per la pesca alle orate a feeder. La struttura in carbonio con sistema di avvolgimento Micro Pitch rendono il fusto davvero robusto, capace di resistere agli strattoni più violenti.

Modello Trabucco Kronos Surf Master Lc

Modello Trabucco Kronos Surf Master Lc è la canna da surfcasting perfetta per la pesca dello sparide. Realizzata in carbonio ad alta resistenza, questa canna resiste alla corrosione e alla salsedine garantendoti sempre ottime prestazioni. Il materiale antiscivolo assicura una solida presa, anche durante le sessioni di pesca più combattive.

Ti è stato utile questo articolo?

Continua a seguire il nostro blog oppure visita il sito Gema Pesca e Sport per scoprire le migliori attrezzature da pesca da acquistare online.